liebsterblogaward

Ma che sorpresa!

Questa proprio non me l’aspettavo e mi fa davvero piacere essere stata “nominata” da due blogger molto diverse, ma che stimo moltissimo. Di cosa sto parlando? Adesso vi spiego: “da qualche tempo circola in rete il Liebster Award, una sorta di riconoscimento virtuale nato in Germania che vuole premiare i blog esordienti”. Il gioco consiste nel rispondere a 10 domande proposte da colui/colei che ci ha assegnato la nomination e di nominare a nostra volta altri 10 blogger, in teoria con meno di 200 follower, che riteniamo giusto far conoscere. Ecco, semplificando un po’ le cose, io nominerò solo una triade di autori, e risponderò a un mix di domande proposte da Viaggi nel Cassetto, a cui ho anche rubato parte delle spiegazione del gioco, e da l’ Acchiappasogni. Intanto, ragazze, grazie mille per la nomination! Il vostro apprezzamento è uno sprone ad andare avanti. Grazie con tutto il cuore:

Ecco quindi  le domande con  le mie risposte:

  1. Dove andresti se avessi un aereo privato che ti aspetta fuori dalla porta di casa?
    Dipende dall’ora, la stagione, il meteo e il mood del momento perchè fondamentalmente direi ovunque. Ok, diciamo che è proprio qui fuori adesso? Visto che piove andrei al mare. E visto che sono tornata da poco dal Portogallo, magari andrei a Cabo Verde ad ascoltare la Morna. Poi ripartirei per il Brasile. Mi sposterei in Colombia e giù in Argentina e Patagonia. Prima di rientrare seguirei la fantomatica rotta della “civiltà del Pacifico” e poi farei un salto in Vietnam, Cambogia e Cina.

  2. Qual è il primo Paese estero che hai visitato? Dovrei dire la Francia, se contiamo anche la Corsica, e sempre la Francia, se mi riferisco a una gita scolastica, precisamente in quarta superiore, a Grasse per partecipare a un festival di teatro. Fu un’esperienza straordinaria, perché vi erano scuole provenienti da tutta Europa e mi ricordo che invidiavo tantissimo i tedeschi con le loro teste multicolore. Non sarà un caso che il primo aereo che ho preso in autonomia mi ha portato poi a Hildesheim, proprio in Germania, per un festival gothic!

  3. In valigia non deve mai mancare: tante cose, ovvio, ma se avete una passione per l’escursionismo ricordo un fondamentale, cioé la torcia frontale. Può tornare utile in moltissime situazioni.

  4. I 3 posti più belli per la luna di miele: non posso consigliarne 3 perché ne ho fatto uno solo! Perciò vi consiglio il mio: il giro dei Parchi USA, vi assicuro, non è caso se si tratta di un classico! Natura, città magnifiche, benessere. E, se proprio volete, pure mare da favola. Perfetto.

  5. Un turista cosa non dovrebbe perdersi durante un viaggio nella vostra regione?  Vivo a cavallo fra la Toscana e la Liguria e le adoro entrambe. In Liguria non potete perdervi il suo mare segreto e selvaggio, il dolce alternarsi di baie e paesini arroccati sulle scogliere, l'”odore dei limoni”. in Toscana, le città d’arte grandi e piccole, le colline punteggiate di cipressi, l’orgoglioso protendersi sul mare delle Alpi Apuane. 

  6. Come trovate l’ispirazione per i vostri viaggi?
    Leggendo: libri, guide, riviste, blog, ovviamente. “Rubando” cataloghi in agenzia. Avete presente quando al cambio di stagione li lasciano fuori dalla porta in attesa che li prelevino per la raccolta differenziata? Ecco, quando passo io, il riciclo si fa molto più veloce. E, poi dai documentari e dal cinema.

  7. Siete tipi da Hotel o Ostello? B&B. Se capita, anche l’ostello, ma il B&B mi è più congeniale

  8. Quale luogo nel mondo vi rappresenta?  Difficile questa domanda! Alle volte penso di essere schizofrenica perché adoro alla stessa maniera la sensualità siderale di un posto come l’Islanda e la modernità contagiosa di una città come Londra. Esiste dunque un posto che mi rappresenta?

  9. Perché avete aperto un travel blog?Scrivere e viaggiare sono una terapia. Mi guardo allo specchio, fisso i pensieri e mi confronto con l’altro. Senza aver la pretesa di insegnare alcun che, mi racconto, mi scopro, mi confronto. E poi, chissà, magari a qualcuno può piacere!
  10. Di cosa non potete fare a meno quando siete in viaggio? Sono una terribile golosa, perciò non posso fare a meno di assaggiare qualcosa di squisitamente locale!

Adesso ecco il restante mix di domande per i miei prescelti:

  1. Come definite in 3 parole il vostro modo di viaggiare?

  2. Qual è il viaggio dei sogni?

  3. Di cosa avete paura quando viaggiate?

  4. Quali sono le app di cui non potete fare a meno per i vostri viaggi?

  5. Prima di partire per un viaggio: dateci un consiglio su una cosa indispensabile da fare prima di partire

  6. I mercatini più belli che hai visitato?

  7. Un’esperienza in viaggio che ti ha emozionato:

  8. Due città, una europea e una extracontinentale, dove ti piacerebbe vivere:

  9. Un posto dove non tornereste mai?

  10. Il tuo paradiso terrestre:

Ed ora, il momento tanto atteso delle mie nomination. Intanto preciso che molti blog che leggo regolarmente sono esclusi dal fatto di essere stranoti e seguitissimi, altri ancora invece, fra i miei preferiti, sono già stati giustamente nominati. Ciò non toglie che vi consiglio assolutamente questi blog diversi fra loro,ma molto originali:

Diecimilamiglia: una blogger espatriata a Hong Kong

Viaggiovagando: una globtrotter che condivide con me l’amore per il Mozambico

Fattiungiro: consigli per weekend e viaggi con occhio di riguardo per il Lago di Como.

Ragazzi, a voi la parola!

E se avete altri blogger interessanti da segnalare, o semplicemente volete segnalare il vostro, fatelo nei commenti!

 

Commenti da Facebook

comments