Senior in viaggio: Image by pasja1000 su Pixabay

Facile viaggiare quando si è giovani e un pochino sgamati! Ti prendi un bell’hotel o un b&b on-line e un volo low cost; ti leggi qualche racconto sui blog o le recensioni su tripadvisor, boooking, Turisti Per Caso, solo per fare qualche esempio. Spulci sulle bacheche di ogni community travel di facebook, leggi sì e no 40 guide turistiche e altrettante riviste tematiche e il gioco è fatto. Ma che dire quando a viaggiare sono persone un po’ agée che come seconda lingua hanno il proprio dialetto e  come esperienza all’estero – esagero un po’– una vacanza in Corsica? Ecco che devi ricorrere alla cara vecchia Agenzia Viaggi. Mi è capitato di pormi questo problema qualche giorno fa: mio papà compie 70 anni, è appassionato d’arte ed ha una fissa: il Prado, di Madrid. Non chiedetemi perché proprio il Prado e non, per  dire, la Kunsthistorische di Vienna o la National Gallery di Londra. Probabilmente perché ama follemente Goya (sapete che le opere più importanti di Goya si trovano a Madrid, vero?)…non lo so, sta di fatto che, ogni volta che si è parlato di viaggi in casa mia, dalle sue labbra è sempre affiorata una parola: Madrid.DT06LCT M & J Travel

Viaggio Senior viaggio organizzato

Per delle persone come i miei genitori, dicevo, la soluzione ideale non è il fai da te, ma il tour organizzato. Quello in cui fai amicizia con un gruppo di persone legate a te solo per il fatto che siete sullo stesso pullman – ma se ci siete è perché avete qualcosa in comune, no? –  e soprattutto quello in cui hai una guida che, come indica la parola stessa, ti facilita la vita “guidandoti” nel viaggio, senza pensieri. Insomma: quello che fa rabbrividire i backpackers! Ma sapete cosa penso? L’importante è viaggiare. Ad ogni età, con il proprio passo e poi ho sempre odiato chi fa lo snob e giudica gli altri perciò non sarò certo io a denigrare questo tipo di scelta. In un viaggio organizzato i miei genitori possono rilassarsi e se sono più tranquilli loro lo sono anche io. E, alla fine, è questo che conta.

Non pensiate tuttavia che non abbia effettuato le mie indagini on-line , ma i Tour Operator che si occupano di organizzare viaggi per questo tipo di target, rimandano quasi sempre a un’agenzia.

Eccomi dunque alla porta di un’agenzia viaggi. Devo dire che l’impressione che mi ha fatto la ragazza che mi ha servito è stata ottima. Nonostante il budget del viaggio non sia altissimo, e che quindi sia molto più fruttuoso per lei dedicarsi a qualche viaggio di nozze in Polinesia, tanto per dire, si è sbattuta tantissimo per  trovare in tempi rapidi una soluzione che rispondesse alle mie esigenze.

Riassumendo, questi i Tour Operator da me passati in rassegna con le loro caratteristiche:

I viaggi di Boscolo

I viaggi di Boscolo rappresenta il top del top. Organizza tour davvero interessanti e curati tanto da far venire l’acquolina persino a me. Possibilità di abbinare volo e bus. Target medio alto. Da prendere in considerazione se avete, come dice mio mamma, “il portafogli a fisarmonica“. Esistono anche i Boscologift: pacchetti regalo molto carini, simili agli smartbox, ma con le indicazioni di cui sopra. Fra le ultime novità, ci sono i “weekend insoliti” perché viaggiare organizzato non significa più rinunciare all’originalità. Qualche esempio? Dormire nelle  camere-igloo del Kakslauttanen Artic Resort in Finlandia per vedere l’aurora boreale; soggiornare in un hotel progettato nientedimeno che da Frank O’Gehry  nella regione vinicola della Roja in Spagna. E poi ci sono proposte per viaggiare sull’Orient Express o per vivere la festa dell’epifania in Eritrea. Non si può dire che si tratti di destinazioni scontate e di massa.  Maggiori info qui I Viaggi di Boscolo

Orient Express Buchs

Velabus

Un tour operator genovese un po’ meno caro della Boscolo, ma sempre con prezzi abbastanza alti. Propone un catalogo ricco  di proposte, alcune davvero simpatiche, comprese le gite di un giorno. Anche questo tour operator non ha mancato di aggiornarsi e nel suo catalogo potete trovare nuove stimolanti destinazioni come la Georgia, la Romania, l’Armenia. Velabus offre anche un ventaglio di proposte per la Pasqua e i ponti primaverili: tour per conoscere i riti della Settimana Santa in Puglia (leggete qui per scoprire quelli di Taranto e Noicattaro) , Lione, la Provenza e un cinetour sulle tappe di Don Matteo in Umbria. Più informazioni sul sito Velabus

chiesa armena
Image by 680451 su Pixabay

I viaggi del Cavallino

Finalmente un tour operator più a buon mercato ma affidabile e con ottime recensioni su internet. I Viaggi del Cavallino ha sede a Porcari, in provincia di Lucca.  Propone un bel catalogo di gite da  uno o più giorni che viene aggiornato stagionalmente e per differenti tematiche ( es. “In spiaggia”, “Natale” ecc.). Fra le escursioni di un giorno sono molto interessanti “Imperia e Villa Grock”, “Infiorata di Spello, la “Tuscia e la festa dei Pugnaloni”. A queste gite brevi si affiancano le proposte per tour di lunga durata e mete esotiche: da qualche anno I viaggi del Cavallino ha allargato il suo raggio d’azione al di fuori dell’Europa in Oman, Sri Lanka, Maldive, Bolivia e Argentina, fra i tanti paesi in catalogo. Naturalmente parliamo della formula volo+ pullman. Vi consiglio di dare uno sguardo alle offerte 2×1! Ecco il sito de I viaggi del Cavallino

Spello (PG), 1995, I preparativi per la "Infiorata".

Caldana

Anche in questo caso parliamo di un tour operator storico per questo tipo di viaggi ampliamente conosciuto – specialmente nel nord italia – e recensito on-line.  I prezzi sono in linea con il competitor del Cavallino. Contrariamente a quest’ultimo non offre un catalogo di gite giornaliere e il suo punto di forza è rappresentato dalle mete europee anche se, in collaborazione con Utat viaggi, da qualche anno vanta anche una selezione di viaggi in Cina, Stati Uniti e Canada. Fra le tante formule che lo caratterizzano per risparmiare ancora di più potrete optare per la “Simply bus” che offre auto-pullman con accompagnatore e soggiorno con prima colazione.  Date un’occhiata al catalogo Caldana

Image by jackmac34 on Pixabay

Se si vuole spendere ancora meno la soluzione è cercare viaggi organizzati da enti, associazioni ecc. che in genere accettano anche i non soci. Questi ultimi pagheranno un po’ di più, ma comunque in genere sempre un po’ meno rispetto alle proposte dei tour-operator elencati sopra.

E voi? Avete mai fatto un viaggio in pullman? Con quale compagnia? Fatemi avere le vostre esperienze nei commenti sotto!

Commenti da Facebook

comments