5 mercatini di Natale alternativi, da non perdere in Europa, per i più curiosi

Mercatini, che passione! Ormai manca pochissimo al Natale e anche se vi immagino tutti alle prese con l’ultimo shopping e dediti al craft più sfrenato per le decorazioni, immagino non vi siate fatti sfuggire una gita in uno dei tanti mercatini che ormai affollano tutta Europa ed oltre. C’è chi adora i più classici come quelli del Trentino Alto Adige, ma anche di Norimberga, in Baviera,  oppure di Vienna e chi ormai li conosce a memoria e cerca qualcosa di nuovo. A tal proposito qui sotto ho stilato una lista di alcuni dei mercatini di Natale più insoliti che si possano trovare in Europa, capaci di soddisfare la curiosità anche di coloro che in quest’occasione si sentono un po’ come il Grinch!

1. Il mercatino in grotta: Valkenburg aan de Geul, in Olanda, è una cittadina di dimensioni contenute dominata dai ruderi di un castello e da una bella collina, ma il vero fascino di questo paese si trova nel sottosuolo. Difatti questa località era conosciuta già ai tempi dei Romani per l’estrazione della marna, una roccia argillosa utile per la produzione di cemento e affini, e sotto il suo abitato si trovano numerose grotte create a questo scopo. Proprio all’interno di queste grotte viene allestito un curioso mercato di Natale sotterraneo, conosciuto per essere il più antico di questo genere e nominato dalla CCN come uno dei 15 posti al mondo per trascorrere il Natale. In realtà la festa di bancarelle e luminarie continua anche in città, dove viene esaltata da una colorata parata, ma la parte più originale resta sicuramente quella ipogea.

Info: Il mercatino di Valkenburg dura fino al 07 gennaio. Tutte le info aggiornate le trovate sul sito ufficiale.
Gipfel und Bergstation Pilatus

2. Il mercatino più alto d’Europa: dal mercatino speleo a quello alpinistico, per trovare quello allestito più in alto bisogna andare in Svizzera e precisamente sul monte Pilatus. Le bancarelle che attendono i visitatori sono più di 40, fra giochi, decorazioni natalizie e gastronomia. Ma qui a farla da padrona sono sicuramente le luci scintillanti sul manto bianco della neve a quota 2132 m. s. l e passeggiare fra questi stand…estremi è un modo unico e straordinario per aspettare il Natale.

Info: purtroppo il mercatino di Pilatus, in Svizzera, vicino a Lucerna, per la sua eccezionalità dura solo 3 giorni. Quest’anno, dal 17 al 19 novembre. Tuttavia restano molte altre iniziative in questa località durante le feste e oltre. Per esempio, il 18 gennaio è in programma il festival del ghiaccio. Per le info, consultate il sito della destinazione sciistica.
Gloucester Quays Victorian Christmas Market 2014

3. Il mercatino vittoriano: cambiando genere, agli appassionati della letteratura e del vintage, consiglio il mercatino vittoriano di Gloucester (UK). Fra le 250 bancarelle vedrete aggirarsi personaggi in costume che sembrano uscire direttamente dal Canto di Natale di Charles Dickens. Ma non è tutto perché questo mercato ospita una tradizionale ruota panoramica, una birreria, artisti di strada, castagne arrostite, cori e bande di ottoni per una totale immersione nell’epoca vittoriana.

Info: il mercatino di Gloucester quays (nella darsena) dura dal 16 novembre alla vigilia di Natale. Per info sempre aggiornate consultate il sito Gloucester Quays Christmas.

4. Il mercatino delle favole: Odense è la terza città della Danimarca, ma è nota al mondo per aver dato i natali allo scrittore favolista Hans Christian Andersen. Poteva mancare un mercatino a tema? Naturalmente no, così anche ad Odense si può assistere ad un mercatino in costume, dove non mancano personaggi di fantasia “figli” dello scrittore, giocolieri, parate, feste, giostre e tutto quanto sia utile a un Natale… da fiaba.

Info: anche la città di Odense ha un sito dedicato all’evento, ma purtroppo è in Danese. Perciò vi consiglio di far riferimento al sito ufficiale dell’Ente del turismo Danese per l’Italia.

5. Il mercatino più goliardico: di questo mercatino vi ho già parlato perché si tratta di uno dei più curiosi che mi sia capitato di vedere. Lasciamo le raffinate atmosfere danesi dunque per divertirci un po’ con lo spirito irriverente e sarcastico dei mercatini di Barcellona resi unici dalla presenza del caganer e del cagatio’, ma anche da quintali di churros con la cioccolata calda!

Info: qui, sul blog, nell’articolo dedicato.

Allora, avete messo in serbo qualche idea, magari per il prossimo anno?

Fatemi sapere quale fra questi mercatini ha sollecitato di più la vostra fantasia e se ne conoscete altri non esitate a scrivermi!

Buon Natale a tutti!

 

 

 

Commenti da Facebook

comments

6 Comments:

  1. In effetti sono un po’ Grinch e i mercatini di Natale non mi appassionano più come una volta 😉 Ma una possibilità al mercatino vittoriano di Gloucester la darei sicuramente! E anche a quello di Odense ❤️

     
    • ahahahah! Beh, io non ne sono mai stata un’estimatrice, fin quando ho potuto ho preferito viaggi di altra natura…Tuttavia nella mia dimensione più rilassata di mamma con qualche anno in più sto rivalutando! Oltre tutto, ogni scusa è buona per partire, no? 😉

       
  2. ahah simpatico quello di Barcellona con il cagatio, mi piacerebbe visitare anche quello vittoriano 🙂

     
  3. Non avevo mai sentito parlare di nessuno di questi mercatini, avevo solamente letto qualcosa su Barcellona. Brava, hai fatto una bella ricerca di luoghi alternativi: l’anno prossimo dovrò solo scegliere tra una di queste visto che sono una più meravigliosa dell’altra <3

     
    • Grazie! Cerco sempre di trovare qualcosa di insolito da vedere anche nelle occasioni più tradizionali… fammi sapere se andrai al prossimo Natale allora!

       
  4. Cioè non puoi capire che voglia mi hai fatto venire che sia già Natale 2018 o che torni indietro il tempo a Natale 2017 per poter vedere questi particolarissimi e fighissimi mercatini.
    Cioè, il mercatino vittoriano, ma che meraviglia è?

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *